domenica 15 aprile 2018

LA BIONDA MISTERIOSA DI FREGENE


(a cura di : Andrea Guidi)

Cominciamo questo articolo in un certo senso dalla fine, ovvero dall'identikit che segue:


L'identikit raffigura, secondo la ricostruzione dei due testimoni protagonisti del fatto che tra breve esporremo, una delle persone da costoro viste sotterrare opuscoli delle BR nella zona del canale di Focene, a ridosso di Fregene, alla fine di marzo 1978, in pieno sequestro (tutti gli identikit rinvenuti nei volumi della prima Commissione parlamentare di inchiesta  sono disponibili su questo blog qui http://www.sedicidimarzo.org/2017/12/lalbum-di-identikit-e-foto-segnaletiche.html).
Chi fosse questa giovane donna (stando alla didascalia in calce, come si legge, di altezza mt. 1,60, corporatura regolare, viso roseo paffuto, capelli biondi chiari lunghi, occhi chiari, sopracciglia a punta, appena accennate, labbra carnose), non è mai stato appurato.
Di sicuro, la raffigurazione  - per certi versi quasi "ritrattistica"-  fatta dall'autore dell'identikit, non restituisce l'immagine di una delle brigatiste o fiancheggiatrici conosciute.
Forse una straniera, come potrebbe desumersi dall'iniziale della targa dell'auto , a quanto pare di paese estero, che uno dei due testimoni pare sia riuscito a scorgere? Non lo sappiamo; potrebbe anche essere, ma come vedremo c'è più di un motivo oggettivo per dubitarne.
Né d'altronde è mai stato appurato chi fossero le altre tre persone viste dai due testimoni assieme a lei, per la precisione  un'altra donna e due uomini, di uno dei quali venne parimenti redatto l'identikit che segue (entrambi gli identikit sono tratti dal Vol. 125, pagg. 810-811 del pdf, della prima Commissione parlamentare di inchiesta su Moro, di seguito CM-1):




5 commenti:

  1. davvero interessante! ragazzi, siete fantastici! grazie

    RispondiElimina
  2. Grazie, speriamo che qualcuno che sa legga, e ci dica chi erano quella bionda e il proprietario dell'appartamento.
    Questa è una delle vicende più oscure e meno esplorate dei 55 giorni, e nella quale è testuale la contrapposizione tra diversi organismi di indagine.

    RispondiElimina
  3. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  4. Ho letto molto sul caso Moro, la bibliografia è molto estesa, ma direi di non avere visto alcun cenno di questa vicenda, di sicuro molto significativa.

    RispondiElimina
  5. Si, è così, ed è forse la dimostrazione che nella sua complessità molti aspetti importanti - e questo lo è - sono sfuggiti anche a autorevoli esegeti. Tuttavia ritengo che non potesse o dovesse sfuggire ai magistrati.

    RispondiElimina